PANTONE 2020

Come già avevamo detto pantone è l’autorità internazionale nell’ambito del colore del 1963. Il Classic blue nella particolare tonalità tra indaco e oceano, è decretato il colore Pantone 2020. Una tonalità profonda, universale versatile, un blu senza tempo, elegante nella sua semplicità e rassicurante, il Classic blue è il colore della calma e della riflessione e nello stesso tempo del coraggio di esplorare nuovi orizzonti.

Leggi tutto “PANTONE 2020”

RELAX PER GATTI

Oggi vi daremo qualche dritta su come rendere ancora più confortevole la già confortevolissima vita dei nostri felini. Se state per accogliere un gatto oppure ne avete già uno che gironzola per casa saprete sicuramente quanto sia importante per lui il relax e quanto gli piaccia cambiare spesso giaciglio su cui dormire.

My zoo studio ha creato appositamente per loro una serie di cucce per gatti di design. The Space Ship Series è composta da tre modelli, Alpha da terra, Beta e Gamma appese, tre soluzioni innovative ispirate al mondo spaziale che consentiranno al micio di sentirsi un piccolo astronauta riposando comodamente in navicelle trasparenti. Guardando il mondo da un oblò ma senza mai annoiarsi avendo la possibilità di scrutare ogni nostro movimento protetto da una calotta. Ogni cuccia è realizzata in legno con una finestra a bolla che consente al gatto e al proprietario di vedersi l’un l’altro.

La ditta Athletic Cat invece ha pensato a realizzare una mensola per gatti con ciotole inserite da sospendere in aria così che il nostro amico a quattro zampe non cada nella tentazione di impigrirsi troppo guadagnandosi la pagnotta facendo almeno un salto. Si sa che il gatto ama mangiare in tranquillità, e sarà molto felice di salire sul suo ripiano riservato a consumare il pasto.

E per far sì che goda della giusta privacy mentre fa i bisognini ci sono moltissimi modelli di lettiere chiuse dal design accattivante. In rete abbiamo trovato un simpatico mobiletto porta lettiera dal design funzionale e divertente. Un mobile del genere può essere utile anche se mettiamo la lettiera all’esterno, per tenerla riparata dalla pioggia dalle intemperie.

Per finire l’idea di Ikea permette al nostro peloso di mimetizzarsi all’interno dell’arredamento grazie ad una nicchia da mettere proprio all’ interno della libreria.

Guida all’arredamento Low cost

La casa è un luogo molto dinamico che ci accoglie in ogni momento della nostra vita e come noi che ogni tanto ci rifacciamo il guardaroba anche lei ogni tanto deve avere la possibilità di rifarsi il look senza dover investire grosse somme di denaro. In funzione poi del fatto che come cambiamo noi cambiano anche le nostre esigenze e i nostri modi di vivere la casa. Ecco quindi qualche consiglio per cambiare aspetto alla nostra casa senza necessariamente ricorrere a lavori edili e con idee per tutte le tasche e tutti gli ambienti.

Il soggiorno è lo spazio più vissuto della casa e spesso il primo che si desidera trasformare. Per prima cosa bisogna iniziare a fare ordine e levare tutto ciò che è superfluo. Cominciamo a togliere tutti i soprammobili, non necessariamente dovete per forza buttarli, ma potete riporli per un periodo scegliendone solo qualcuno da mettere in posizioni strategiche e approfittarne per fare un po’ di decluttlering. Il passo successivo è cambiare la disposizione degli arredi principali e, se avete un mobile TV fissato a muro probabilmente non conviene spostare il divano ma potete sbizzarrirvi con il tavolo da pranzo, la libreria la scrivania o i tavolini da fumo.

Un’altra cosa importante è l’osservazione, basta guardarsi intorno e osservare se i colori delle pareti vanno rinfrescati o se il bianco è ancora in buone condizioni o necessita di una ripassata. Se vogliamo dare un tocco di nuovo a volte basta mettere in risalto una parete con un bel colore sgargiante piuttosto che un’altra e l’aria di nuovo si respirerà in tutta la sua pienezza. Per completare la trasformazione, abbinate dei cuscini e dei complementi tessili colorati in armonia con la parete che avete ritinto o semplicemente in abbinamento agli elementi che sono presenti all’interno della stanza. Tra i complementi più gettonati per dare colore ci sono quadri e tende, ma anche vasi, vassoi, tavolini e bottiglie: ogni oggetto contribuisce a rinnovare lo spazio.

Anche in camera da letto con un budget non esoso si possono fare importanti modifiche per quanto riguarda i tessuti e gli accessori che si prestano ad essere cambiati con facilità. Ad esempio si potrebbe comprare un nuovo copriletto in abbinamento con nuove tende, copricuscini. Potrebbe essere divertente cambiare colore alle cornici oppure comprare lampadine a luce colorata diversa da quella già presente nelle vecchie abat-jour.

Quelli appena elencati sono interventi che si aggirano tra i 50 e i 500 euro al massimo e con poco si può fare davvero la differenza ed avere la percezione di vivere una casa diversa dalla solita.
Per chi invece vuole mettere mano ad interventi più importanti e leggermente più costosi consigliamo di mettere mano magari al rivestimento del divano vecchio e malandato sostituendolo con uno nuovo con fantasie più contemporanee. Oppure se lo spazio lo permette acquistare una poltrona comoda e colorata o dalle forme sinuose da armonizzare alla stanza. O ancora acquistare un nuovo tappeto che esalti i vostri vecchi e affezionati imbottiti.

Anche la sala da pranzo può essere rinfrescata: nuove sedie ad esempio e nuovi colori alle pareti trasformano senza dover ricorrere a lavori invasivi. Scegliete elementi molto differenti da quelli già esistenti, provate nuove forme e colori. E, mantenendo il tavolo e gli arredi principali si deve osare con i pezzi che andiamo a cambiare. Completate l’opera con una parete decorata o arricchita da una wallpaper e il risultato sarà sicuramente sorprendente. Le ultime trasformazioni di cui abbiamo parlato vanno su costi da 500 a 1000 euro.

Se volete cambiare il vostro bagno i cambiamenti richiedono qualche investimento in più. Ad esempio cambiare il mobile sotto il lavabo o il mobile con contenitore è un modo sicuro per stravolgere e vedere tutto nuovo. Se avete una parete verniciata potete cambiare il colore, se invece avete la parete rivestita di piastrelle potete arricchire con qualche quadro o con un nuovo specchio in modo da abbinare al nuovo mobile anche l’ambiente nel suo complesso. I budget per modificare il bagno si aggirano invece intorno ai 1000 fino a 3000 euro.

Se invece il nostro punto dolente è la cucina che non viene rinnovata da un bel pezzo dobbiamo mettere in considerazione che i lavori si aggireranno dai 3000 euro in su. Infatti per sostituire la cucina o parte di essa il budget deve essere più consistente. Non è detto che si debba cambiare tutto, ma per mettere mano a questo spazio dobbiamo pensare in grande. Sostituire il piano di lavoro ed il paraschizzi dietro ai fuochi trasforma completamente l’aspetto della vostra cucina. Nel passare da un piano bianco a uno in marmo, da una superficie colorata una bianca si stravolge la nostra percezione dello spazio. Allo stesso modo, se si sostituisce qualche anta, le sedie o il tavolo, l’ambiente si trasformerà un po’ e, così, anche le nostre abitudini, permettendoci
di vivere il cambiamento.

I modi per stravolgere le nostre abitazioni sono molteplici e ogni casa racconta la sua storia e quella di chi la vive. Se avete bisogno di consigli vi esorto a contattarci. 🙂

“L’importanza dell’ergonomia nell’arredamento d’interni”

Una delle cose che mi accomuna a Micol è sicuramente la curiosità e quindi la voglia di imparare sempre di più.
Verso maggio sentivamo il bisogno di dare una svolta a questa primavera che si faceva attendere così ci siamo dette: perché non facciamo un corso di aggiornamento?
Dopo un bel po’ di ricerca Micol
ha trovato dei webinar da guardare comodamente in studio o a casa ed abbiamo cominciato.
In questo momento siamo alla quinta lezione: “L’importanza dell’Ergonomia nell’arredamento d’interni”, che è anche quella che più ha colto il mio interesse, un po’ perché mi ha ricordato gli anni di università, un po’ perché ho sempre amato progettare con il buon senso (un oggetto non deve essere solo bello, ma deve avere anche la massima usabilità da parte dell’utente).

Ma cominciamo dalle basi, cosa significa “ergonomia”?
In senso letterale l’ergonomia è la disciplina che studia la migliore integrazione tra lavoro umano, macchina e ambiente di lavoro.
In particolar modo, all’interno dell’ambiente casa, l’ergonomia è lo studio e la progettazione delle attrezzature e delle postazioni di lavoro finalizzata a migliorare la postura e alleviare i carichi sul corpo.
L’applicazione dell’ergonomia nella progettazione di prodotti d’arredo è un fattore importante che si ripercuote sulla salute complessiva, la sicurezza e il benessere degli individui.

La progettazione ergonomica dei mobili deve tener conto dei seguenti fattori:
• dimensioni dei mobili adatte alle dimensioni della popolazione di utilizzatori previsti;
• benessere, sicurezza e comfort degli utilizzatori;
• mobili che soddisfano le necessità del compito / lavoro che gli utenti devono svolgere;
• garantire la libera interazione tra l’utente e l’apparecchiatura (compresi i mobili);
• il tempo trascorso sul luogo di lavoro (per esempio il tempo trascorso seduti o in piedi);
• sicurezza dell’arredamento che non dev’essere fonte di rischio di lesioni durante l’uso previsto;
• prevedibile uso improprio dei mobili e sue conseguenze;
• garantire mobili in grado di ospitare dispositivi IT (schermi, CPU, bracci per il monitor) in modo sicuro;
• capacità degli utenti di muoversi liberamente sul loro posto di lavoro e capacità di adottare una serie di posture comode e dinamiche senza essere limitati dall’arredamento;

Ma passiamo ad un esempio pratico:
Ricordate la sedia basculante, senza schienale e con il poggia ginocchia? Ecco quella è un chiaro esempio di seduta ergonomica.
È la sedia svedese! Ed è in grado di supportare il corpo in tutte quelle situazioni in cui devi stare seduto e mantenere una buona posizione mentre lavori. Facendoti allineare la schiena, il collo e le spalle in una posizione completamente naturale, la sedia svedese permette di stare in una corretta posizione.

Questi principi di ergonomia possono essere applicati anche per la disposizione stessa degli oggetti all’interno di un ambiente in modo da rendere più fruibile l’ambiente stesso, ad esempio in cucina quando si va a collocare un pensile a muro bisognerà tener conto dell’altezza media della famiglia che ne usufruirà, oppure in salotto bisognerà calcolare bene a che distanza installare la TV dal divano per non incorrere in problemi di vista.

Tanti sono gli aspetti da tenere conto quando si arreda una nuova casa, non basta avere buon gusto nello scegliere il colore o lo stile giusto, ma ci vogliono anche conoscenze tecniche ed empatia con i bisogni dei fruitori! Per questo arrediAmo. 🙂